La carta d’identità

Ieri pomeriggio ho fatto visita al mondo esterno. Sono uscito con mia sorella e il suo ragazzo per fare le foto tessera per la carta di identità che dovrò rinnovare. Ho avuto cosi modo di fare visita ad alcune persone che mi aspettavano anche se non lo sapevano, mi aspettavano e ci aspettavano. Siamo andati in un centro commerciale per cercare una macchinetta automatica per le foto, ma è stata sostituita con una banca e il suo sistema automatico, ma prima di accorgerci del fatto, ho sentito le energie delle persone, di alcune in particolare dal primo momento che sono entrato al centro commerciale. Periodo di saldi. Entro e trovo davanti a me una bancarella di gioielli subito all’entrata. Primo sguardo che ho incontrato è stato quello di una ragazza-cane-abbandonato, circondata da gioiellini. Energia da piegata, manipolatoria per i meno attenti o semplicemente un peso morto in cerca di energia per posticipare faticosamente la propria fine già scritta. Secondo voi, onestamente, guardando il viso di una persona cosi, vi viene da comprare qualcosa da lei? Vi viene da avvicinarvi? Lasciando perdere la mia incontenibile gioia di vivere e la mia energia veloce raffinata che mi fa gioire per il semplice fatto di essere vivo senza alcuna identificazione e attaccamento alle cose alle persone e al mondo, non sentite che questo tipo di energia attiri soltanto altri avvoltoi e manipolatori che chiedono magari uno sconto alla merce già in saldo? Gli zerbini piacciono soltanto a chi desidera ardentemente pulirsi le scarpe […]

L’ imperfezione perfetta

Le donne spesso sono ossessionate dall’estetica del loro corpo, perchè la donna rappresenta il desiderio. Ed effettivamente un uomo quando vede una donna nuda non può fare a meno che stare sull’attenti. ” Attenti”. Ci siamo capiti.   Ma le donne devono sapere che nella loro umanità non sono perfette. Come non è perfetto l’uomo. Il corpo è imperfetto non per abbondanza di difetti che in realtà non esistono, ma per il semplice fatto che il corpo è fatto di materia grossolana. Ma è proprio questa la meraviglia, la goduria: la perfezione dell’ Essere Divino abita in un corpo volgare. Ama l’imperfezione.   Le donne sono ossessionate dal pensiero di essere belle e si costruiscono una dittatura estetica che loro chiamano emancipazione e libertà. Non capiscono che quando entrano in contatto con la loro vera Natura, il loro corpo diventa meraviglioso ai loro occhi, ma anche al cuore di un uomo onesto e libero. Incominceranno ad amare alla follia ogni espressione del loro corpo compreso le sue puzze. Perchè l’ Anima gode a fare esperienza sensoriale e vede il corpo come un’opportunità irripetibile, quel corpo in particolare che sta abitando in questo momento. C’è un perchè hai quel corpo che hai, cara Donna.   I difetti che vedi fanno parte soltanto di un tribunale che hai nella testa e spesso ti adagi sulla soddisfazioni di uomini che in verità non ti amano. Vogliono soltanto un corpo perfetto corretto all’ossessione secondo la stronzata che il corpo può e deve essere perfetto. […]

Il cretino

A me questa cosa che una donna debba appartenere a un uomo davvero non mi piace. Come non mi piace che un uomo debba appartenere a una donna. Ogni essere umano, sia questo maschio o femmina, ha i suoi piedi… le sue radici. Un suo corpo. E quello che sente con il suo corpo riguarda la sua percezione. In quest’epoca è molto in voga la sottomissione della donna schiava per scelta al suo padrone maestro. Un gioco di ruoli patetico e ridicolo che non porta a nessuna consapevolezza essendo un gioco mentale. Un uomo che desidera vedere la donna inginocchiata al suo cospetto non è un maestro. E’ soltanto un cretino. E la donna che si sottomette a questi giochi di ruolo non ha la più pallida idea del Suo Potere e di cosa voglia dire essere sè stesse. E’ soltanto un modo di nascondersi.   Non si possono vedere donne con il collare. La sensualità è cosa semplice di una donna selvaggia. E per selvaggia intendo una donna libera da costrutti mentali, sovrastrutture e orpelli. Una donna che possiede il suo corpo e non tollera il guinzaglio. Una donna spontanea, nuda, che contempla il suo ciclo. L’uomo che accetta una donna al guinzaglio è un uomo prigioniero delle sue paure, prigioniero di sè stesso soprattutto.   Si sà, avere un potere sull’altro, afferma soltanto una debolezza profonda. Poichè quel potere esiste soltanto e dipende sempre dall’esterno. Quindi non è mai esistito realmente. Una persona che ha reale potere ha […]

Il NO della Donna

Il Mio Amore sconfinato per la Donna ha le fondamenta incrollabili del suo rifiuto, nel suo rifiuto. Ebbene si, sin da quando ero piccolo il mio Amore per Lei non è stato corrisposto. Sono spesso stato costretto sin dalla giovane età, dai tempi delle elementari, a portare un cuore gonfio e non poterlo esprimere pienamente con le braccia con le gambe con tutto il corpo. Ho dovuto prendermi cura di ciò che sentivo fortemente. Cosi ho passato la mia fanciullezza, la mia giovinezza, con il cuore gonfio d’amore e il dolore del rifiuto, la mancanza di una piena espressione. Volevo dare tutto me stesso a Lei, ma non potevo. Ho dovuto obbligatoriamente dare tutto me stesso a me stesso. Amare ciò che provavo, qualsiasi fosse il mio sentimento. Nella mia vita ho avuto relazioni, ma ho passato gran parte della mia vita solo con il dolore di un Amore non corrisposto. Ho sempre anelato a Lei, la trovo di una bellezza sconvolgente, indescrivibile, e il continuo rifiuto, sempre più profondo, mi ha spinto a volerla conoscere nella sua essenza. Più il rifiuto si faceva intenso, più sentivo la mancanza di completezza fisica e interiore, più mi bruciava il cuore dal dolore, e più mi spingevo Oltre nella sua conoscenza imparando a conoscermi. Il continuo rifiuto mi portava nella retta via, mi costringeva ad attraversare la via stretta dell’ Amore sincero e onesto senza fronzoli, aprendo gradualmente il mio Cuore a Lei e alla Vita. Ho passato gran parte del mio […]

Cos’è la libertà

Cos’ è la Libertà: – Dis – identificazione dalla mente e le emozioni dell’ego – artificiali.  Disciplina del proprio apparato psico – fisico. – Immersione totale e completa nel Presente: assenza di passato e futuro. Assenza di tempo. – Fine del karma e del ciclo di incarnazioni. Scelta autentica. – Fine delle lezioni da imparare nella realtà tridimensionale limitata. Se credi ancora di dover imparare lezioni sulla vita stai dormendo. – Purificazione e raffinazione dei vari corpi che costituiscono il veicolo fisico e integrazione del corpo energetico – o corpo di luce – non parassita. – Assenza di desiderio: inesistente scissione tra soggetto e oggetto. – Integrazione di tutti gli aspetti in un unico punto di Coscienza Attivo: fine della frammentazione egoica. – Annullamento di tutti i legami energetici con famiglia biologica e rilascio della biologia ancestrale: rilascio legami con gli avi con i morti e i parenti. – Ampliamento del proprio Focus alla realtà multidimensionale dell’ Essere puro.Allentamento della concentrazione,.apertura a varie realtà. scioglimento della densità. – Assenza di programmi e fine del gioco del potere e del dovere. – Consapevolezza che non c’è niente da cambiare e da salvare. – Fine della lotta, della sforzo e della forza. Fine dello spingere e tirare. Fine della competizione. Fine del lavoro su di sè. – Fine della vita tridimensionale e del controllo e immersione nella Grande Vita Eterna di cui si è strumenti coscienti: essere nel mondo ma non del mondo. – Realizzazione dell’abbondanza: non accumulo di ricchezza, ma energia […]

Il corpo della Donna

Non mi piace il romanticismo, Lo trovo scadente. Tutta apparenza. E la donna da me non avrà mai i fiori, non sarà corteggiata poichè non sono uno stupido stratega in cerca di compagnia. Sto meravigliosamente da solo e non sento bisogno di averla al mio fianco. La mia spontaneità non mi permette giochi di potere e non voglio amore da nessuno. Però una cosa bisogna dirla, senza giri di parole e con sano pragmatismo: Se dovessi scegliere tra il mare o il sole e tutte le cose che ricordano la nostra vastità, la nostra sovranità, tutte quelle cose di cui noi siamo l’infinitesima manifestazione come umani e una Donna… io sceglierei Lei. Aldilà di cosa rappresenta la Donna nelle sue virtù superiori, nelle sue caratteristiche interiori che un Uomo deve avere per essere salvo e libero, quando vedo il corpo di una Donna vedo l’intera Creazione. Ho detto il corpo… sì, sono un materialista. Ho detto il corpo. Perchè quel corpo è la sintesi perfetta di quanto Dio è Grande. illimitato. Potente. Guardo il corpo della Donna, il corpo, e mi sento a Casa. Non c’è dettaglio di quel granello di sabbia che non sia perfetto e non induca a creare. Ogni dettaglio del corpo femminile è una spinta a uscire fuori… costringe ad esprimerti. Riempie gli occhi e il cuore. Quindi, se una Donna si mette di fronte all’oceano, si mette di fronte al cielo e alle stelle, guarderei solo Lei. Tutto il resto non avrebbe importanza. Perchè in […]