Risposta a un commento

”Poco tempo fa ho attratto una persona rabbiosa e io ero calma…ho chiesto perchè l’ho attirata e mi e stato risposto perchè io ero calma..ora qui mi sembra di aver capito cio che scrivi che noi attraiamo a secondo il nostro livello energetico? Mi puoi delucidare grazie”   – Certo. E’ importante fare una delucidazione riguardo questo argomento. Secondo il post – precedente – si attirano le persone e le situazioni in base al modello energetico, secondo le frequenze che vengono emesse dal proprio campo aurico, ”dall’atmosfera” che circonda il corpo fisico. Questo è vero. Tu eri calma ma hai attirato una persona rabbiosa: ebbene, pur essendo calma, nel tuo campo aurico esistono frequenze che a specchio risuonano con questa persona o con una determinata situazione. Anche se sei calma. La tua rabbia è latente. Hai reagito arrabbiandoti? La legge di risonanza in un essere tridimensionale avviene proprio cosi, ma c’è da fare un approfondimento. Quando si raggiunge lo stato d’essere di quinta dimensione, dove il campo aurico è perfettamente purificato e vibra tanto ma tanto più velocemente della tridimensionalità avviene un distacco interiore dal mondo tridimensionale – sei nel mondo ma non del mondo – e non vieni più coinvolto in reazioni emotive meccaniche. Questo non vuol dire che non si ha più a che fare con persone rabbiose, ma la differenza da prima sta nel distacco totale da questi atteggiamenti di bassa vibrazione. La persona rabbiosa continua ad esistere nella tua vita semplicemente perchè con il corpo fai […]

La paura

     

Perchè l’umano esiste

L’Umano perchè esiste? – Il Sè usa un vascello Umano per fare esperienza della Sua Creazione, NON per imparare lezioni o cercarne un significato. Sentirla. Provarla e giocare con essa. – Il Sè non sa nulla e il suo Sapere sta nell’ Onnicomprensività e nell’Onnipresenza. Tutto sta al Suo Interno. Usa un vascello Umano per individualizzarsi e conoscersi. – L’Umano rappresenta uno squilibrio. Se compare un Umano vuol dire che il Sè ha abbandonato l’equilibrio dei potenziali – tutti nello stesso momento irrealizzati – per ”scendere” e manifestarne uno . – L’Umano crea la sua realtà SEMPRE, inconsapevolmente o consapevolmente. E’ l’unico artefice di ciò che vive. Nasce Sovrano ed è sempre ”schiavo” di queste realtà profonda. E’ schiavo di un padrone esterno fin quando lo decide lui. Gioca con i ruoli. – L’Umano sottosta a una matrice sintetica limitante, credendo in limiti auto-imposti, per diventare Maestro del limite e del pensiero. Esaurita l’esperienza, tornando a guardare dentro di sè, smantella la matrice sintetica chiamandosi Oltre e creando una falla nel sistema di cui lui è stato complice, mai vittima. E’ esistita fin quando l’Umano ha deciso di sostenerla. – L’ Umano, guardando dentro di sè, purifica sè stesso, la sua aura e recide i legami tossici che lo legano e limitano alle altre persone e si prende responsabilità delle sue scelte e azioni. Questo invia un segnale al collettivo senza cercare di cambiarlo esternamente. Quello che fa uno interessa Tutti. – L’ Umano attraverso la risoluzione del suo karma […]