La Risposta

Almeno una volta nella vita tutti noi ci siamo innamorati. Il nostro cuore si è schiuso per un attimo e abbiamo percepito una goccia piccolissima d’amore, quanto basta per risvegliare i sensi per un attimo, solo un attimo. Quanto basta per permetterci di sentire la nostra eternità e talvolta abbastanza per cambiare con coraggio la nostra situazione. Una goccia può essere causa di stravolgimenti. Una goccia. Stravolgimenti che noi erroneamente associamo all’incontro con una persona, come se fosse lei la causa. In quel momento tutta la vita acquisisce un senso, un significato. Erroneamente continuiamo a dare significato alla vita vedendolo nell’incontro di una persona esterna a noi, ma la verità è che sentire l’amore dà il senso di avere un corpo, senza alcun obiettivo, senza piani, senza progetti, senza ricerca, senza idolatrare modelli di felicità illusoria. Un goccia d’amore ci fa sentire interi, completi, e passiamo le giornate con l’entusiasmo di poterlo esprimere. Quando una persona è innamorata, infatti, si vede lontano anni luce, è cullata e protetta e può permettersi anche di dimenticare le cose con un sorriso abbagliante. Una sola goccia d’amore cambia la prospettiva in cui si vedono le cose, fino al punto che nella persona che si incontra non si vedono difetti. Tutto è perfetto. Tutto è protetto e superiore. Naturale.   Quella goccia è concentrata nel cuore, ma la sentiamo anche nel ventre, le famose farfalline nello stomaco. Il ventre , il plesso solare, l’ombelico è il centro di potere. Quando sentiamo l’amore nell’innamoramento siamo […]

L’Attenzione

Cosa vuol dire ”essere se stessi”? Quando un essere umano è realmente libero? Per rispondere a queste domande non serve alcuna conoscenza. E’ un’esperienza diretta. Osservate con attenzione la vostra Attenzione. L’Attenzione che sta alle spalle della vostra mente e dei pensieri che scorrono in essa. L’Attenzione è lo sfondo su cui si staglia l’intera esperienza umana e la mente. Osservate con Attenzione l’ATTENZIONE CHE LEGGE QUESTE PAROLE. Osservate con attenzione la vostra Attenzione. Questo esercizio lo può fare anche un cieco che apparentemente non può guardare poichè i suoi occhi esterni non funzionano. L’ Attenzione di ogni essere umano crea, poichè l’ Attenzione che sta alle spalle dei vostri pensieri e che li osserva crea il vostro mondo. L’ Attenzione modella l’energia. Osservate con attenzione, come se foste dei testimoni non coinvolti, dove vanno i vostri occhi e vi accorgerete cosa state manifestando. L’Essere Umano è sè stesso soltanto quando egli coincide con l’ Attenzione, con chi Osserva ogni cosa, e non è soggetto al limite. Se voi fate attenzione alla vostra Attenzione, guardandovi dentro, vi accorgerete che questa Attenzione sta al di sopra di ogni cosa ed è infinita. Ed è sempre Qui e Ora. La Coscienza è infinita, appunto. Quando un essere umano coincide con il Punto Focale al suo interno, cioè con la sua Attenzione, Egli è libero. Dando energia, attraverso uno sforzo, all’Attenzione che governa il veicolo fisico, Egli si accorge di essere sempre stato libero e che non ha potuto ”Vedersi” poichè davanti ai […]

Dare e ricevere Amore

Dare e ricevere amore: non vi suona strano? L’ Amore non è un oggetto. Non è qualcosa di tua proprietà.Non è in vendita. E’ l’energia che permea tutta la creazione. In questo momento ogni cosa visibile e invisibile sta all’interno del campo infinito dell’energia amorevole. Non c’è cosa che sia stata creata che non sia permeata dall’Amore. Non è mai veramente possibile scambiarsi l’Amore come fosse un oggetto. Non puoi sottrarre questa energia alla creazione per darla a qualcun altro.L’ Amore non è divisibile, non si può moltiplicare, non si può aggiungere e nemmeno sottrarre nella creazione. L’ Amore che percepiscono gli umani è qualcosa che riguarda la propria capacità interna di percepirlo e riguarda l’apertura del cuore. Più un frammento di cuore è aperto e più è in grado di percepirlo. Ogni persona porta in sè un frammento dell’Unico Grande Cuore. E’ qualcosa che interessa nello specifico ogni umano. Non è qualcuno a dartelo dall’esterno. Quando percepisci un solo attimo di Amore al tuo interno senti di essere eterno. Scompare la paura e il limite. Ma questa percezione riguarda solo ed esclusivamente te.Tu credi di innamorati di un’altra persona, ma in verità ti stai innamorando sempre di più di te stesso. Il tuo cuore si sta aprendo verso una nuova dimensione, una nuova percezione. L’ Amore non è un’emozione. Se fosse l’emozione sarebbe limitato alla temporaneità. Quindi, in verità, non dai Amore a nessuno e non ricevi Amore da nessuno. Lo ricevi soltanto aprendo sempre di più il tuo […]

L’uccelletto

“Mai mi fu dato di vedere un animale in cordoglio di sé. Un uccelletto cadrà morto di gelo giù dal ramo senza aver provato mai pena per sé stesso…”   Lo sai perchè provi pena per te stesso? Perchè tu non sei te stesso. Ti guardi allo specchio e piangi per l’immagine riflessa. Se non avessi immagini esterne e non vedessi mai il tuo volto non proveresti pena per te stesso e per nessun altro poichè ogni tua scelta coincide con i tuoi piedi, un passo per volta. Ogni scelta sarebbe tua. Non sapresti dove andare, ma sentiresti la terra sotto i tuoi piedi e quello spazio di appoggio sarebbe tutto il tuo mondo. Le tue radici affonderebbero sempre più in profondità e il tuo sentire si farebbe sempre più intenso fino a comprendere il cielo. Provi pena per la nebbia che ti sta davanti e sei concentrato su essa, nella frenesia di un futuro inesistente e di un passato ormai finito che non onori. La tua pena è per la maschera che porti, la maschera sopra la maschera, poichè sei il migliore attore della tua vita e la tua recita è impeccabile. Reciti ma non lo sai. Ti sei concesso un corpo per recitare un attimo dell’eternità per poi tornare ad essa, lasciare il palco e continuare la tua esistenza. Porti la maschera che ti sembra vera reclamando un’autenticità di cui non hai parvenza poichè è tutto ciò che tu credi di essere. Quando sei te stesso non provi […]

Per chi lo fai?

Investi un cane per strada e gli presti soccorso per non aver rimorso di averlo abbandonato. Presti soccorso a una persona che non vuole saperne di prendersi responsabilità di se stesso e lo fai perchè altrimenti avresti il senso di colpa per non aver fatto nulla per aiutarlo e potrebbe morire. La domanda vera è: per chi lo fai? L’ipocrisia è una brutta bestia perchè si nasconde in vesti decorate, ma per un occhio attento che non si fa distrarre dalle ”belle” parole e dai ”bei” gesti e che bada alla sostanza questi scenari sono palesi. Le dinamiche interne sono alla luce del sole. E’ questa l’empatia. Il passaggio di un virus da una persona all’altra come gesto di ”benevolenza” è soltanto stupidità. La verità è che nella tua vita esisti soltanto tu e ogni azione che fai la fai soltanto per te stesso e nessun altro. Quando vomiti i tuoi problemi all’altro e l’altro li assorbe per ”amicizia” e ”amore” in realtà stai compiendo un atto distruttivo per te stesso e per altro e mostra una totale mancanza di onestà e amore sincero, amore vero. Chi vomita merda non si prende responsabilità di se stesso e comunque chiede orecchie e attenzione soltanto per alleggerirsi del veleno emotivo. Il gesto lo fa soltanto per se stesso. Chi presta ascolto alla merda altrui lo fa perchè si nutre di tale sostanza e si convince sempre di più che il mondo è crudele e serve cambiarlo con un gesto di vicinanza. Non […]