Il cretino

A me questa cosa che una donna debba appartenere a un uomo davvero non mi piace. Come non mi piace che un uomo debba appartenere a una donna. Ogni essere umano, sia questo maschio o femmina, ha i suoi piedi… le sue radici. Un suo corpo. E quello che sente con il suo corpo riguarda la sua percezione. In quest’epoca è molto in voga la sottomissione della donna schiava per scelta al suo padrone maestro. Un gioco di ruoli patetico e ridicolo che non porta a nessuna consapevolezza essendo un gioco mentale. Un uomo che desidera vedere la donna inginocchiata al suo cospetto non è un maestro. E’ soltanto un cretino. E la donna che si sottomette a questi giochi di ruolo non ha la più pallida idea del Suo Potere e di cosa voglia dire essere sè stesse. E’ soltanto un modo di nascondersi.
 
Non si possono vedere donne con il collare. La sensualità è cosa semplice di una donna selvaggia. E per selvaggia intendo una donna libera da costrutti mentali, sovrastrutture e orpelli. Una donna che possiede il suo corpo e non tollera il guinzaglio.
Una donna spontanea, nuda, che contempla il suo ciclo. L’uomo che accetta una donna al guinzaglio è un uomo prigioniero delle sue paure, prigioniero di sè stesso soprattutto.
 
Si sà, avere un potere sull’altro, afferma soltanto una debolezza profonda. Poichè quel potere esiste soltanto e dipende sempre dall’esterno. Quindi non è mai esistito realmente. Una persona che ha reale potere ha il cuore aperto alla Vita, sciolto, disinvolto, sincero, onesto, puro. E quando un uomo dal cuore puro vede una donna sottomettersi le libera il guinzaglio e la guarda negli occhi alla stessa altezza di sguardo. La vera penetrazione e la vera accoglienza non riguarda un gioco di ruolo, l’anatomia, o un gesto, ma lo sguardo. Un uomo penetra la donna con lo sguardo e la donna accoglie con lo sguardo.
 
Lo sguardo di un uomo è la bacchetta magica e la donna il vaso abissale. Il buco nero in cui ogni uomo si perde e si ritrova.
 
Ogni essere umano appartiene soltanto a sè stesso. Dio non fa le cose alla cazzo di cane. E’ perfetto. Se tu dovessi dipendere da un’altra persona non avrebbe nemmeno senso vivere… peichè dipendere dall’altro dimostra una NON VITA. Se dipendi, tu non ci sei. E l’altro non c’è. Si parla di due esseri che strisciano privi di sovranità.
 
Ogni essere umano ha un’anima. E l’anima è sovrana. Vede soltanto sè stessa e nessun altro.
Daniele Lorefice
Il cretinoultima modifica: 2019-12-08T11:51:30+01:00da victoria_ignis
Reposta per primo quest’articolo
Post Categories: Senza categoria

Lascia un commento